web design by Danilo Ferrara

    rifiuti
    marzo 9, 2016

    PIANO GESTIONE RIFIUTI ALCAMO – COME RISPARMIARE 1 MILIONE DI EURO ALL’ANNO

    Questa mattina abbiamo protocollato una richiesta da sottoporre all’attenzione del consiglio comunale alcamese che a breve dovrà esprimersi sul redigendo piano di gestione dei rifiuti.
    Il contratto con l’attuale gestore del servizio dei rifiuti, l’Aimeri Ambiente S.p.a., terminerà tra pochi mesi e l’intendimento del Comune di Alcamo sembra quello di riaffidare il servizio, tramite gara, ad un’altra ditta per i prossimi 7 anni. A questo scopo la SRR Trapani Nord ha redatto un ‘Piano di Gestione dei Rifiuti’ che dovrà ora essere approvato e/o modificato dal consiglio comunale.
    Il piano contiene il fabbisogno delle risorse economiche per lo svolgimento della raccolta dei rifiuti, per lo spazzamento e i servizi correlati, con una impostazione che mette in relazione le ore, le macchine, i metri lineari di spazzamento ecc, necessari per svolgere il servizio, quindi il piano definisce l’importo che sarà messo a base di gara.

    La proposta del MoVimento 5 Stelle deriva da un’analisi specifica della bozza del piano di gestione redatto dalla SRR Trapani Nord.
    Dopo una intensa fase di studio ecco l’idea che potrebbe promuovere un risparmio annuale di un milione di euro nel servizio di raccolta rifiuti, con conseguenti benefici per le casse comunali e quindi per i cittadini alcamesi, MANTENENDO SEMPRE GLI ATTUALI STANDARD DI PULIZIA DELLA CITTÀ.

    Ecco nel dettaglio la proposta del M5S Alcamo:

    – Isole ecologiche e CCR: rimettere in funzione le isole ecologiche e valorizzare il Centro Comunale di raccolta. Il conferimento dei rifiuti presso questi centri comporterebbe una riduzione della parte variabile della tariffa.

    – No all’acquisto di nuovi bidoni: non è necessario procedere ad un nuovo acquisto di bidoni poiché le famiglie e le utenze commerciali ne sono già in possesso. Prevedere un acquisto di bidoni pari al 20% di quello previsto, che serviranno per le nuove utenze e per la sostituzione dei bidoni danneggiati.

    – Organico domestico: prevedere il passaggio dell’organico domestico due volte a settimana, incentivando il compostaggio domestico e creando le case del compost.

    – Plastica domestico: prevedere il passaggio della plastica domestica una volta ogni 15 giorni, con un dimezzamento dei costi previsti ed incentivando il conferimento presso le isole ecologiche e CCR con relativi sconti nella parte variabile della tariffa.

    – Vetro e alluminio: prevedere il passaggio del vetro e alluminio una volta al mese, con un dimezzamento dei costi previsti ed incentivando il conferimento presso le isole ecologiche del vetro e dell’alluminio in modo separato, in modo tale da rientrare nelle fasce di eccellenza del contributo Conai ed offrire sconti nella parte variabile della tariffa.

    – Internalizzare i servizi di pulizia e mantenimento spiagge e litorali, spazzamento delle strade e pulizia caditoie stradali: questi tipi di servizi possono essere gestiti direttamente dal Comune.

    – Ridurre il numero indicato di utenze commerciali: le utenze commerciali individuate nel piano di gestione sono sovrastimate, in quanto nel territorio alcamese sarebbero circa 2000 rispetto alle 3071 previste, pertanto il corretto dimensionamento di questo numero comporterebbe un notevole risparmio.

    >> Guarda il video <<